0

Delitto del Garda, continua la furia omicida dei figli

Posted by Barbapress on Settembre 23, 2010 in Attualità, Televisione |

di Piero Barbaro per “Uno Mattina” del 23/09/2010

È successo ancora. Anche se a stupire questa volta non è tanto l’efferatezza del parenticidio, quanto l’età del figlio killer: 46 anni. E i precedenti parlano chiaro: nella stragrande maggioranza dei casi, ad ammazzare i genitori, sono tutti ragazzi giovanissimi.

Ferdinando Carretta ne ha 27, quando il 4 agosto 1989 uccide a Parma padre, madre e fratello riuscendo a tenere tutto segreto per ben 9 anni.

Pietro Maso a 19 anni uccide i genitori prendendoli a bastonate in testa. È il 16 aprile 1991 e a Montecchia di Crosara, il suo paese nel veronese, ad aiutarlo i suoi più cari amici.

Erika e Omar poi sono ancora più piccoli, quando a Novi Ligure – nel febbraio 2001 – uccidono con un coltello da cucina la madre e il fratellino di lei. Violenza efferata, quasi sempre armi da taglio, corpi ridotti a brandelli, killer poco più che adolescenti.

Bellarosa però a 46 anni ancora viveva con mamma e papà. E quello dell’adolescenza che si prolunga indefinitamente è un fenomeno, purtroppo, in Italia, in aumento.

Share

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2009-2019 BARBAPRESS All rights reserved.
This site is using the Desk Mess Mirrored theme, v2.5, from BuyNowShop.com.