0

ESCLUSIVA: Serie D. Torna a parlare mister Campolo dopo l’esonero con il suo Messina

Posted by Barbapress on Aprile 3, 2011 in Calcio, Carta Stampata |

Rilascio interviste purché non si parli dell’argomento Messina, della gentucola che in questi giorni si sta permettendo di scalfire la mia immagine. Non posso parlare di una cosa che con il calcio non c’entra nulla. Non mi va di parlare per il rispetto che ho di una città intera, una città che sa bene quanto “Il Capitano” ami il Messina. Io che sono amato forse più in Sicilia che a Reggio Calabria, la città dove sono nato”.

E’ tornato così a parlare del suo esonero Sergio Campolo, ormai ex allenatore del Messina, anticipando così i temi della conferenza stampa che nella settimana che verrà punterà a mettere tutti i punti sulle “i”. Campolo aveva anche guidato, da giocatore, la squadra giallorossa dal 2001 al 2004 tra la C1 e la B; non sono bastati i 20 punti (5 vittorie e 5 pareggi) maturati nelle 13 gare alla guida del Messina. A gennaio, infatti, quando patron Martorano aveva strappato l’Acr Messina ai vecchi proprietari, mister Campolo era al settimo cielo perché poteva concretizzare il suo “sogno”. Il pareggio contro la Rossanese, invece, è stata l’ultima gara del mister calabrese sulla panchina siciliana.

Come ripartire ora, cosa si fa ora la domenica? “Oggi sono andato a vedere un giocatore di cui mi hanno parlato molto bene. Sicuramente rimarrò molto attaccato al campo anche perché penso che il lavoro sul campo sia la cosa che mi riesce meglio nella vita. Cercherò di puntare a fare di più, lavorando sempre sui valori in cui credo moltissimo. La passione, la vita da spogliatoio, dare un’occhiata al settore giovanile: questo è tutto quello che mi porta ogni giorno in un campo di calcio. E poi questo è solo il quarto anno che alleno quindi dovrò sicuramente girare molti campi, perché devo portare avanti quello che è il mio percorso professionale”.

La vita da allenatore che è tutt’altra cosa rispetto a quella di qualche anno fa quando mister Campolo stava sull’altra sponda, era uno degli undici che andava in campo: “Uno se ne rende conto solo vivendole le cose. Sono sempre stato un professionista serio che portava avanti una vita da calciatore vero. Da allenatore invece hai sulla coscienza tutti i ragazzi della squadra, devi stare attento a tutti i loro pregi e difetti. Insomma, aumentano i doveri, bisogna essere bravi nella “gestione del gruppo”, quella che ti viene insegnata nel corso di Coverciano, crescono lo stress e… poi ti cadono anche i capelli per tutto quello che devi fare tra i tanti impegni dentro e fuori dal campo. Ai giocatori dico sempre di continuare a giocare quanto più possibile e soprattutto di pensarci bene prima di intraprendere la carriera da allenatore”.

La ferita dell’esonero è freschissima ed è quasi impossibile non tornare sull’argomento Messina: “Sono molto deluso dal calcio di oggi, nella mia carriera ho rinunciato a contratti importanti con il Catanzaro, con il presidente Gaucci, ho rescisso degli impegni importanti. Quello che è successo a Messina mi lascia un’amarezza incredibile. Forse non ho alzato la voce quando dovevo farlo realmente, questa è l’unica accusa che mi sento di fare a me stesso”. Comunque la carriera di Campolo continua senza passi indietro: “Ho già parlato con qualche mio amico che si è fatto sentire in questi giorni. Continuerò ad aggiornarmi perché come dicevo prima devo migliorare in tante cose”.

Un piccolo sogno che adesso si chiama Reggina: “A chi non piacerebbe allenare la squadra della città in cui sei nato. Ho fatto tutto il settore giovanile con la squadra amaranto, poi sono stato venduto alla Fiorentina. Purtroppo qui in Calabria non succede come, per esempio, succede a Roma in cui i giocatori locali vengono esaltati qualche volta anche più dei giusti meriti. Insomma, qui a Reggio siamo un po’ più “ignoranti” in questo, qui “nessuno è profeta in patria”.

LEGGI L’ARTICOLO SU “PROFESSIONE CALCIO” DEL 7/3/2011 [SCARICA PDF ARTICOLO FREE]

RASSEGNA STAMPA: LEGGI ARTICOLO SU “MESSINA SPORTIVA

Share

Tag:, , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2009-2018 BARBAPRESS All rights reserved.
This site is using the Desk Mess Mirrored theme, v2.5, from BuyNowShop.com.