0

Arriva l’estate e di conseguenza anche una marea di divieti… fino al divieto del divieto!

Posted by Barbapress on 13 Maggio, 2011 in Attualità, Cronaca |

Vietato il topless sulle spiagge del Ticino, vietato girare a piedi nudi per la città, ammaestrare gli animali in strada, dar da mangiare a gatti e piccioni, far vedere panni stesi dalla strada, aggiustare la macchina sul suolo pubblico, battere i tappeti fuori orario… e così via, per un totale di 45 pagine di comportamenti proibiti. Ma Pavia arriva buon ultima.

A Capri è vietato camminare con gli zoccoli fin dal 1960, e da allora la febbre dei divieti non ha risparmiato nessuno. A Voghera è vietato sedersi in più di 3 persone sulle panchine, ma solo di notte; a Viareggio, invece, sulle panchine è vietato solo metterci i piedi.

Vietati castelli di sabbia, buche, raccolta delle conchiglie, passeggiare sulla spiaggia senza maglietta ad Eraclea, vicino Venezia. Ancora consentito… un tuffo a torso nudo!

E se “i panni sporchi si lavano in famiglia”, guai però a esporre il bucato nei caruggi di Genova! Quanto alle effusioni, attenzione: a Eboli multe di 500 euro per chi si bacia in auto. Vietato l’amore dunque? Sì, ma anche la guerra. A Pordenone una lite in strada può costare una multa da 25 a 500 euro…

E la lista potrebbe continuare… Ma intanto a Trento spunta il divieto al divieto: non si possono rubare o danneggiare cartelli di divieto.

di Piero Barbaro per “Uno Mattina” del 6/5/2011

LEGGI ARTICOLO “LA REPUBBLICA” – “PAVIA DIVENTA LA CAPITALE DEI DIVIETI”

Share

Tag:, , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2009-2019 BARBAPRESS All rights reserved.
This site is using the Desk Mess Mirrored theme, v2.5, from BuyNowShop.com.