0

Brasil 2014: Testa sgombra e vai: il futuro (tedesco) che avanza!

Posted by Barbapress on Luglio 14, 2014 in Calcio |

La Germania ha vinto, ha stravinto il mondiale brasiliano, al di là delle sofferenze e del gol decisivo al 113′ di Goetze. Organizzazione, compattezza, individualità e gioco di squadra come il Dio del Calcio professa.

Il gol mondiale al 113′ di Mario Gotze!

E’ la vittoria, come hanno detto tutti già prima di oggi, di una nuova mentalità, di un lavoro che inizia almeno 8 anni fa, un lavoro di ricostruzione e programmazione di tutto il movimento calcistico tedesco che dopo qualche anno di buio è tornato ai livelli di una volta.

Capitan Schweinsteiger!

Perchè Bayer Leverkusen – Herta Berlino fa circa 50mila spettatori mi chiedevo un po’ di tempo fa? Forse perchè prima o poi si arriverà ad una notte come questa, quella di Rio. Una nota speciale, per me, non va al blocco dei senatori composto da giocatori ormai di fama mondiale (Lahm, Schweinsteiger, Klose o Ozil) ma a quelli cresciuti invece proprio intorno a questi fenomeni della squadra tedesca più titolata.

Neuer, un portiere nato nello Schalke 04; Hummels e il goleador mondiale Goetze, scoperti da molti sono l’anno scorso dopo aver visto giocare il Dortmund; Schurrle, con gol e prestazioni top è riuscito a convincere anche Mourinho ad averlo alla sua corte nel Chelsea.

Reus salta il mondiale dopo l’amichevole contro l’Armenia!

E che dire del grande assente, forse del più forte dei giocatori sopra citati: Marco Reus. Un infortunio nell’ultima amichevole premondiale di maggio ed ecco che il Mondiale brasiliano perde uno delle potenziali star: altro che Schurrle che crossa per Gotze e gol!!!

E proprio quella mentalità alla Reus, alla Gotze, alla Schurrle che la Germania è andata avanti senza grandi affanni (se si eccettua la gara contro il Ghana) fino alla fine, fino alla Finale contro l’Argentina. Testa sgombra, passaggi (solo) utili, il modo più veloce di arrivare in porta e anche nel modo più spettacolare. Si può verticalizzare, perchè non farlo? Uno contro uno sulla fascia, perchè non puntare il difensore?

Il Borussia Dortmund di Hummels, Reus e Gotze… e tanti altri!

La stagione del Borussia Dortmund del 2012/2013 è la fotografia della Germania di oggi, come lo è anche il Bayern Monaco di questa stagione: un campionato finito ad aprile con un enorme vantaggio dei bavaresi che li fa arrivare impreparati alle fasi finali della Champions, ma affatto sprovveduti al Mondiale che arriva una volta ogni 4 anni. Tutti in piedi per la Germania!

di Piero Barbaro per Calcissimo del 14/7/2014

Share

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2009-2021 BARBAPRESS All rights reserved.
This site is using the Desk Mess Mirrored theme, v2.5, from BuyNowShop.com.